Dalle origini …

La mamma, questa figura insostituibile che spesso trasmette ai propri figli valori e passioni. Erano proprio i caratteristici piatti preparati sapientemente dalla mamma Clara, dalle crespelle ai pizzoccheri, al classico coniglio della domenica che andavano a soddisfare una clientela molto particolare, la propria famiglia, di un padre che tornava stanco dal lavoro, dai figli che andavano nutriti con cibi sani e sostanziosi.

Il destino era segnato, Max non si sarebbe limitato ad apprezzare il buon cibo, ma ad amarlo nella sua preparazione con il pensiero ereditato dalla mamma nel soddisfare i propri commensali. “Il mio piacere di cucinare, il tuo piacere di gustare”, un pensiero nato quando Max iniziò la scuola alberghiera di San Pellegrino diventato poi il suo slogan attribuito al suo essere Chef dell’attuale ristorante.

Quarantaquattro anni, originario di Calolziocorte, Massimo Valsecchi compie i primi passi nella ristorazione, come si suol dire, fa la sua gavetta nelle cucine di ristoranti nell’interland lecchese, oltre alla esperienza stagionale in un albergo della Milano Marittima del 1987.

ab2
com.1

… a Max

L’ambizione per un proprio locale lo faceva sobbalzare sempre più dalle posizioni in cui andava a trovarsi sino a convincerlo di compiere il primo grande passo. Nel 2001, insieme alla moglie Raffaella, apre la cucina del ristorante Da Max a Valgreghentino, in una posizione appartata che non avrebbe fatto preludere all’inizio del successo. Un servizio del mezzogiorno apprezzato dalla clientela veniva subissato dal servizio serale dove si potevano gustare le prelibatezze nate dalla fantasia di Max, trasformando un luogo comune in riferimento certo della ristorante locale.

Nel 2009 ‘Da Max’ si trasferisce a Caloziocorte, un passo deciso ma faticoso che porta Massimo ad accusare segni di stanchezza che lo portano nel 2013 ad una pausa di riposo e riflessione.

Ma il buon gusto, l’amore è la dedizione per il buon cibo, non potevano certo privarsi di Max che stanco di essere Chef e allo stesso tempo imprenditore decise di essere soltanto Chef lasciando il ruolo dell’imprenditore alla moglie Raffaella.

The Bridge, Ristogrill Pizzeria, dice tutto, dalle origini a Max, l’esperienza, le difficoltà, la voglia di fare sempre meglio si sono date appuntamento qui per soddisfare senza compromessi i banchetti più goliardici ai palati più raffinati.

Max & Raffy
Vi danno il Benvenuto

301B3446